PENONE_AG36972.JPG

POLINI WORLD PARAMOTOR SLALOMANIA

Dovera, 15-16-17 Maggio 2015

A gonfie vele e a tutto gas si è disputata grazie alla Polini Motori, nella splendida location dell’aviosuperficie JFK di Dovera, la prima prova della coppa del mondo FAI categoria Slalom Paramotore. Dominatore assoluto il Francese Jérémi Penone, con il suo paramotore P2R64 motorizzato Polini THOR 250. Preziosa l’organizzazione dell’aereo Club Vestina “Volandia” e FFPLUM.

LA GARA
Venerdì e sabato mattina il tempo la fa da padrone e lascia tutti a terra. Vento forte, troppo pericoloso per la sicurezza dei piloti e giustamente l’aereo Club Vestina “Volandia” e FFPLUM posticipano la partenza. Finalmente sabato sera, alle ore 18, si prende il via e si capisce subito dall’entusiasmo del pubblico che lo spettacolo è assicurato. Prima manche è subito dominio francese: Jérémi Penone, con il suo paramotore P2R64 motorizzato Polini THOR 250, prende immediatamente il comando della classifica. Una guida concentrata e perfetta, tanto che la sua prima posizione rimarrà incontrastata in tutte le otto prove disputate. Secondo assoluto ancora un francese: Nicolas Aubert con paramotore PAP 1500 motorizzato Polini THOR 250. Con i suoi 17 anni (vola da quando aveva 10 anni) si tratta del più giovane partecipante. Otto prove e sempre secondo, spesso a pochi decimi dal primo, non riesce mai a batterlo ma nello stesso tempo controlla i suoi avversari e riesce a mantenere salda la seconda posizione.

PODIO_ASSOLUTO_AG37608.JPG

Molto più combattuta la battaglia per il terzo posto. Sono ben 4 i piloti che si possono contendere il podio.
Il rumeno Barna Laszlo, paramotore PARAPOWER motorizzato Polini THOR 250; il francese Francois Blanc, paramotore MACFLY motorizzato Polini THOR 250; lo spagnolo Victor Rodriguez “Moncho”, paramotore Bfree sempre motorizzato Polini Thor 250; e il francese Guillaume Vallance, con paramotore Bfree motorizzato Polini Thor 250.
Si svolgono le otto prove e le posizioni cambiano in continuazione. Alla fine con 5 terzi posti e 3 quarti posti sarà il rumeno Barna Laszlo ad ottenere il prestigio di salire sul terzo gradino del podio. Quarto ancora un francese, Francois Blanc, che precede di un solo punto lo spagnolo Santamarta Victor Rodriguez.
Da sottolineare la formidabile prova della ragazza francese Marie Liepmann, con paramotore MACFLY motorizzata Polini THOR 200. Parte velocissima, ma la prima prova è nulla in quanto all’uscita della speciale non prende la fotocellula. Non si da per vinta e inizia un formidabile rimonta. Addirittura nella quinta prova ottiene il quarto tempo assoluto. Alla fine sarà settima.
Ottavo assoluto, vince la categoria Trike Frédéric Mallard, con PAP motorizzato Polini THOR 250, che precede con soli 8 punti di vantaggio lo spettacolare Ramon Morillas, con il suo PAP 1500 motorizzato Moster 185+.
Gli Italiani, grandi protagonisti della Coppa Italia, non sfigurano nella classifica mondiale. Tutti motorizzati Polini e telaio Bfree, hanno il coraggio di mettersi in gioco in quanto alle prime esperienze nelle gare di SLALOM. A vincere la Coppa Italia è Gabriele Suardi: peccato per due prove a zero punti, ma il talento c’è e sicuramente sarà un grande protagonista nelle prossime gare. Secondo il simpaticissimo Aurelio Tonchei e terzo Giuseppe Tolli.

image.png