27_RIBUL_PIC11_2.jpg

VOGLIAMO IL MASSIMO

Nel Trofeo Scooter 70 Evolution “Open” occhi puntati su quattro protagonisti.

Nicola Ribul - Team Beta Racing
“Ufficialmente il nostro team è iscritto alla Polini Italian Cup come “Team Beta Racing” . La decisione di partecipare a questo campionato è stata presa in accordo con Betamotor per l’alto livello tecnico e mediatico offerto. Come team Beta era scontato correre nel Trofeo più prestigioso; lo Scooter 70 Evolution Open che è un po’ la “moto gp” degli scooter, il livello dei piloti è altissimo così come la preparazione dei mezzi e per noi è un ottimo banco prova di test e sviluppo dell’Ark. Dopo queste prime prove disputate siamo pienamente soddisfatti dalla scelta fatta in quanto il nostro Beta Ark si è dimostrato subito competitivo con i kit Polini da noi utilizzati”.

16_BARTOLINI_INT.jpg

Simone Bartolini - Team GP Motors
“Abbiamo deciso di partecipare come Team GP Motors che è poi il nome del centro vendite e officina del nostro preparatore a Morciano di Romagna dove tutto nasce dalla passione per i motori e per dare la possibilità ai giovani di avvicinarsi alle gare in pista. Nel Trofeo Scooter 70 Evolution Open ci troviamo molto bene, anche se non è facile con due piloti ufficiali. Il Team GP Motors è composto da tre piloti e due tecnici; la sera dopo una giornata di lavoro, ci ritroviamo tutti in un garage per sviluppare nuove soluzioni in modo da avere motori sempre competitivi”.

81_GABELLINI_INT.JPG

Paolo Gabellini
“Nella Polini Italian Cup non si scherza; il livello è alto e la battaglia per il top della classifica è sempre sul filo del rasoio. Si tratta di un campionato a livello nazionale, in cui potersi esprimere liberamente, senza troppi vincoli. La Scooter 70 Evolution Open dove corro, è un Trofeo molto combattuto: siamo tutti molto vicini in gara e basta una scivolata per perdere punti e finire fuori dai primi cinque. La situazione è ancora molto aperta e rende interessante ogni gara. L’obiettivo è ovviamente di puntare al podio. L’esperienza sull’autodromo di Binetto è stata spettacolare; speriamo che anche l’anno prossimo questa pista verrà tenuta in considerazione, perché ho intenzione di continuare a dare del mio massimo in questa categoria”.

4_GOLLINI_PIC11_2.jpg

Mattia Gollini
“Ho scelto di partecipare alla Polini Italian Cup perché da sempre la mia passione sono le corse in pista con gli scooter e, in questo campo, Polini è la più performante. Prima ho corso con le Pit Bike ed è stata una bella esperienza. Quest’anno ho deciso di passare alla Scooter 70 Evolution Open, avvicinandomi di più alla velocità. Le piste su cui abbiamo corso mi hanno dato soddisfazioni, ma quella che più di tutte mi è piaciuta è stata quella di Castelletto di Branduzzo, perché si tratta di una pista tecnica e un po’ mista, a tratti veloci, a tratti più lenta; insomma c’è da divertirsi e non è monotona!”.

3_GARZARO_PIC11_1.jpg

Nel Trofeo Scooter 70 Evolution Monomarca Polini occhi puntati su quattro protagonisti

Alessandro Garzaro - Team Motonania
“E’ un campionato ricco di sorprese, di nuovi kit, ma anche di concorrenti. L’unica “pecca” è che forse sono state create troppe categorie, a discapito del tempo a disposizione; ad esempio a volte si trascurano un po’ le verifiche tecniche e, capita che qualche imbroglione riesce a farla franca. Ma il resto è tutto divertimento puro!”

32_ziarelli_P.JPG

Davide Ziarelli – Team LCR
“Da anni partecipo alla Polini Italian Cup e sono affezionato al marchio bergamasco e con il loro staff ho un vero rapporto di fiducia. Purtroppo nelle prime gare non è andata benissimo, avrei potuto dare di più, ma alla prima prova mi sono fratturato un piede condizionando un po’ i miei risultati. Malgrado la sfortuna ho sempre cercato di migliorarmi ed ora mi ritrovo terzo in campionato. Siamo però tutti molto vicini e anche una sola gara può fare la differenza. Non mollerò fino alla fine! I tracciati scelti mi piacciono molto, ma il preferito rimane quello di Latina, che è anche quello di casa”.

14_fontata.JPG

Angelo Fontana – Team Nordera
“Sono anni che corro in questo campionato perché sono anche un cliente affezionato della Polini Motori. Nel mio Trofeo le gare sono tutte molto selettive; grazie alle mie precedenti esperienze sono riuscito ad andato bene in tutte le prove. Grazie ai punti conquistati sono primo in campionato e questa è una grande soddisfazione. Non è stato facile perché i miei avversari sono tutti molto agguerriti ma punto a vincere il titolo. Sono molto soddisfatto dell’organizzazione e dell’impegno che la Polini mette a ogni prova. Un sincero grazie da parte di un grande appassionato!”.

39_nardo_P.jpg

Paolo Nardo
“La Polini Italian Cup è un campionato ben organizzato e quest’anno il costo dell’iscrizione ha compreso anche tuta, casco, stivali. Sono delle iniziative molto positive. Attualmente sono sesto in classifica anche se il distacco dal primo è minimo; sono una trentina di punti e in una gara può cambiare tutto in quanto io lotterò fino all’ultimo. I tracciati che mi sono piaciuti di più sono stati quelli di Viterbo, dove ho fatto il primo podio della stagione, e quello di Castelletto. Nel 2012 ho già pianificato di partecipare alla Polini Italian Cup, ma cambierò categoria”.