red_vespa4T_AC1_6647.JPG

TUONI & FULMINI

>>>CLASSIFICHE<<<

>>>VIDEO<<<

Un weekend ricco di colpi di scena, emozioni e duelli all’ultima staccata, quello andato in scena domenica 18 settembre sui 1280 metri della Pista del Mare di Cecina con le condizioni meteo a che alla fine hanno premiato gli specialisti dei setup da bagnato. Dopo le forti piogge di sabato, seguite da un violento acquazzone nella mattinata di domenica che ha colpito tutto il litorale toscano, posticipando anche l’inizio delle prove, il meteo è fortunatamente migliorato. Le gare del pomeriggio si sono così svolte al meglio, regalando grande spettacolo a tutto il pubblico che ha sostenuto i piloti locali che non hanno deluso i propri sostenitori. In questo quinto round della Polini Italian Cup, organizzata dal Moto Club Bergamo, si è festeggiato anche il primo titolo tricolore 2016 vinto dallo sloveno Marko Mihael primo nelle due Gare della Scooter 70 Evolution Amatori.

VESPA 171 4T: CAPITANI CORAGGIOSI

Gara-1 vede scattare bene dalla prima fila Alessandro Fabbri, Matteo Tortosa e Ivan Calce. I tre prendono il largo sul gruppo regalando sorpassi ed emozioni. Fabbri prova a resistere a Tortosa che nel finale riuscirà a vincere davanti a Fabbri e al regolare Ivan Calce. Gara-2 vede scattare davanti a tutti Tortosa che allunga inseguito da Martin Mihael. I due sembrano in grado di allungare, ma la pioggia rende la gara insidiosa con Tortosa e Mihael che sbagliano entrambi. Al quarto giro Fabbri passa al comando inseguito da Leporati, Bonanno e Paccagnella. Leporati emerge nel finale involandosi verso la vittoria. La lotta per le restanti posizioni vede emergere Calce che finisce secondo, mentre Mihael è terzo.

RED_OPEN_AC1_7537.jpg

SCOOTER 70 EVOLUTION OPEN: CORSI SHOW
Gara-1 è purtroppo orfana di Matteo Tiraferri, infortunatosi nella prova d’apertura della Vespa 135 2T. Scatta al comando Filippo Corsi che s’invola solitario fino all’arrivo, mentre nelle prime fasi è lotta tra Schiappa, Roufs e Penzo. Blando passa all’attacco facendo sua la seconda posizione, mentre per la terza piazza è sfida aperta tra Tarabella, Vignone e Castellini. All’arrivo Corsi precede Blando e Vignone che riesce a spuntarla Castellini. In Gara-2 nuova partenza a razzo di Filippo Corsi inseguito da Blando e Tarabella. Bene nelle fasi iniziali anche l’olandese Sarik Roufs che supera Tarabella e si lancia in caccia anche della seconda posizione di Blando anche se tutti devono fare i conti con Vignone che riesce a portarsi in seconda posizione. Nelle fasi finali una caduta a tre estrometterà Blando, Tarabella e lo sfortunato Castellini che non può evitare gli avversari caduti davanti a lui. Nuova vittoria per Corsi davanti a Vignone e a Sarik Roufs.

red_ama_AC1_5934.JPG

SCOOTER 70 AMATORI: UNO SLOVENO IN PARADISO
In Gara-1 parte al comando Marko Mihael inseguito da Marco Bagattini e Riccardo Frigè. Rossi è bravissimo a rimontare fino alla seconda posizione superando Bagattini e Frigè. Questi ultimi due sono protagonisti di un bel confronto con uno spettacolo tutto da seguire per l’intera fase iniziale della gara. Mihael s’invola e allunga accumulando un vantaggio di circa dieci secondi mantenendolo fino alla bandiera a scacchi dove precede Rossi e Bagattini. Gara-2 con Marko nuovamente a fare da lepre davanti a Bagattini e Rossi. Bagattini nel tentativo di attaccare sbaglia ed è costretto a una rimonta dalle retrovie. Lo sloveno prende sempre più il largo, accumulando circa 20 secondi sul resto del gruppo. Ottima prestazione anche per Rossi e Falardi. Rossi termina secondo, mentre Mazzesi è terzo in volata su Falardi.

RED_vespa2T_AC1_5988.JPG

TROFEO VESPA 135cc: CAMERA EMOZIONA A CECINA
Assente il leader della classifica tricolore Lumina per un infortunio nella penultima prova del Civ a Imola, il Team Polini schiera Matteo Tiraferri. In Gara-1 Stefano Villa scatta davanti a tutti. Dietro prova a risalire Paolo Birtele in un confronto serrato con Ivan Camera. Villa commette però un errore nel corso del primo giro ripartendo ultimo. Il comando è preso da un trenino composto da Camera, Birtele e Benini con l’inserimento di Matteo Tiraferri che regalerà grande spettacolo insieme a Birtele. Al penultimo giro Tiraferri scivola lasciando la porta aperta a Camera che vince davanti a Birtele e Benini. In Gara-2 non prende il via Tiraferri per la frattura della clavicola destra. Villa prova da subito a forzare il ritmo, ma nelle fasi iniziali sbaglia una staccata e perde svariate posizioni mentre era insidiato da Camera, Birtele e Benini. Birtele in grado di attaccare, ma alla fine dovrà accontentarsi della seconda posizione dietro a Camera. Terzo è Filippo Benini.

red_SUPERSPORT_AC1_6970.jpg

SCOOTER 70 AMA SUPER SPORT: CALONACI DOCET
Gara-1 vede scattare Mattia Calonaci dalla pole. Il pilota toscano riesce a mantenere il comando davanti a Koren e Maione, quest’ultimo però è attaccato da Lazzoni e Botti. Koren ha un calo e retrocede lasciando strada a Lazzoni e Maione che finirà secondo alle spalle dell’imprendibile Calonaci. In Gara-2 Calonaci va subito in fuga inseguito da Koren e Maione. Al terzetto si aggiunge Lazzaroni e per tutta la gara, i quattro tengono un ritmo altissimo con una continua serie di scambi di posizione tra Lazzoni e Maione anche se alla fine s’imporrà nuovamente Calonaci.

red_big_AC1_6355.JPG

SCOOTER 100 BIG EVOLUTION OPEN: STARNONE FASHION WEEK
In Gara-1 Starnone prende subito il comando dopo aver ottenuto la pole nonostante gli attacchi di Kneght e Vitali. Bene anche Righetti che però scivola nelle retrovie per alcuni errori. I colpi di scena non mancano; Vitali sbaglia ed è costretto alla rimonta. L’ufficiale Polini riuscirà ancora a finire terzo dopo un bellissimo recupero dietro a Kneght e al vincitore Starnone. In Gara-2 Starnone è nuovamente lepre del gruppo inseguito da Loia e Righetti. Starnone prova a imporre il proprio ritmo. Righetti però resiste dando addirittura l’impressione di insidiare la prima posizione fino a quando Vitali riesce a inserirsi nella lotta per la seconda posizione, Loia, nel frattempo, retrocede ritirandosi nel corso del quinto giro. Il ritmo è altissimo e l’accoppiata Vitali-Morelli tiene banco fino alla conclusione. La bandiera a scacchi vedrà la vittoria di Starnone davanti a Vitali e Morelli.