70 open_TI17973.JPG

GRAN FINALE

>> VIDEO <<

>> CLASSIFICHE <<

Si è conclusa sulla pista di Cervesina (PV) l’undicesima edizione della Polini Italian Cup, con una raffica di grandi emozioni al termine di una stagione tutta da incorniciare per questo Campionato Italiano organizzato sapientemente dal Moto Club Bergamo. A Laurearsi neo Tricolori nelle sei classi sono stati: Gabriele Beghelli nella Scooter 70 Evolution Amatori, Daniel Penzo nella Scooter 70 Evolution SuperSport, Nazzareno Lumina ha fatto suo il Trofeo Vespa 135cc., Gabriele Camorcia si è imposto nelle Pit Bike XP 125 4T e Stefano Scribano nella Scooter 100 Big Evolution Open. A vincere il Titolo Italiano nella prestigiosa Scooter 70 Evoltution Open, infine, con un arrivo in volata è stato Matteo Tiraferri che è ha fatto “poker” dopo i tre Tricolori vinti nel 2011, 2012, 2013.

SCOOTER 70 EVOLUTION OPEN: IL RITORNO DEL CAMPIONE

In Gara-1 scatta al comando l’olandese Sarik Roufs, davanti ad Andrea Vignone. Roufs regala spettacolo e va ad impensierire Vignone e Tiraferri risalito da centro gruppo. Vignone sferra l’attacco al terzo passaggio superando Roufs, Tiraferri e il sorprendente Penzo campione della categoria Ama Super Sport. Dietro, grazie al gioco delle scie e di traiettorie alternative, rinviene Castellini che riesce a prendere la prima posizione anche se Roufs gli resta sempre a ruota. Corsi, nel frattempo, non riesce a trovare il giusto ritmo e concluderà quinto preceduto da Vignone. All’arrivo ha la meglio Tiraferri che precede Penzo e Roufs. In Gara-2, Roufs balza nuovamente al comando, inseguito dai giovani Penzo e Vignone. Corsi tenta il tutto per tutto risalendo dall’ottava alla quarta posizione. Davanti però il ritmo è intenso con Castellini che sembra in grado di fuggire. Dopo una serie di sorpassi Roufs ottiene la sua prima vittoria davanti a Tiraferri (neo campione) e Castellini. Corsi conludendo quarto perde la possibilità di fare sua la vittoria del campionato dopo essere arrivato a Cervesina da leader di questa classe.

70 AMA_TI17673.JPG

SCOOTER 70 EVOLUTION AMATORI: BEGHELLI SUL TRONO
Gara-1 vede scattare Gabriele Beghelli e Rocco Russo anche se dalla terza fila Guido Conforti come un missile si porta in terza posizione. Giro dopo giro si susseguono i sorpassi tra Beghelli e Russo che infiammano questa classe. Dietro di loro è lotta tra Inversini, Frigè e lo sloveno Marko Mihael. Conforti si fa superare da Inversini che in progressione cerca di rientrare su Beghelli e Russo. Nel gioco delle scie e staccate al limite Russo va a vincere in volata davanti a Beghelli. Dietro i due finiscono Inversini e Conforti. Gara-2 vede ancora una buona partenza di Russo che fulmina Beghelli, mentre Conforti è terzo. Al secondo giro colpo di scena: un problema tecnico costringe Beghelli al ritiro. Si apre la porta per Inversini che inizia a pressare da vicino Conforti e Russo, fino a superare Conforti. I tre concludono nell’ordine con Russo davanti ad Inversini e Conforti. Quarto è Frigè davanti a Milioli.

Super_sport.JPG

SCOOTER 70 EVOLUTION SUPERSPORT: OLANDESE A SEGNO
Gara-1 vede partire al comando Pagliaccia inseguito dall’olandese Ron Boon e dallo sloveno Koren. Con un buon ritmo risale Gianluigi Botti che arriva sino alla testa della corsa sorprendendo sia Pagliaccia e Koren. I tre danni vita a una serie di sorpassi con un continui cambi al comando. Ai tre si unisce Calce e sul rettilineo è spettacolo con il quartetto che forma un ventaglio per sfruttare meglio le scia e le traiettorie. Complice una staccata al limite, Botti all’ultimo giro arriva lungo e chiude sesto. Vince Calce precedendo Pagliaccia e Ron Boon. In Gara-2 il più veloce è Schiappa che si tira dietro Pagliaccia e Botti. Ai tre si aggiunge Ron Boon che si porta in seconda posizione dietro a Botti e Schiappa. Al terzo giro Pagliaccia accusa dei problemi e si ritira. Nel nuovo scenario Koren si porta in terza posizione dietro a Ron Boon e Botti. All’arrivo transita primo Botti e la terza posizione e di Koren.

Vespa_TI18226.JPG

TROFEO VESPA 135cc: I GUIZZI DEI CAMPIONI
In Gara-1 prende il comando Ivan Camera inseguito da Lumina e Villa. In questa categoria si schiera nuovamente Tiraferri che riesce ad esprimere la sua velocità anche con la seconda Vespa del Team Polini. E’ lotta tra Tiraferri e Lumina che si alternano al comando, mentre Camera insegue. Alla fine vince Tiraferri. In Gara-2 Lumina vuole prendersi la rivincita su Tiraferri e scatta velocissimo prendendo un ampio margine sul gruppo. Camera è secondo inseguito dal gruppone guidato da Tiraferri e Villa. Tiraferri è però costretto a rallentare. In questo gruppo si fa largo anche Larcher che concluderà quarto. Lumina fa invece il vuoto precedendo all’arrivo Camera e Villa. Camera guadagna cosi la seconda posizione in campionato alle spalle di Lumina.

BIG 100_TI18696.JPG

SCOOTER 100 BIG OPEN
Righetti è il più rapido al via di Gara-1, inseguito da Zani e Scribano. Nel gruppone compatto si sgomita e si fa strada anche Rota, che velocemente si porta in seconda posizione alle spalle di Righetti mentre Bartolini lo incalza decisamente. La gara è tutt’altro che scontata perchè arrivano anche Vitali e Zani in cerca di una vittoria di manche. Al quinto passaggio, complice la troppa foga, Rota sbaglia e retrocede aprendo la porta a Righetti, Bartolini, Zani e al sorprendente Giannecchini. I tre concluderanno a podio con Simone Bartolini in prima posizione. In Gara-2 Righetti è nuovamente il più veloce al via inseguito da Rota e Scribano. Quest’ultimo trova il ritmo che gli era mancato nella prima frazione. A comandare il gruppo è un affare ristretto a questi piloti a cui si aggiunge anche Luca Zani. Nel frattempo Bartolini si trova in ultima posizione causa di problemi elettrici al via. Sfortunati anche Righetti, Vitali e Sisti costretti al ritiro. La gara prende forma e in con Scribano e Morelli in pieno duello a cui si aggiunge Diego Pelle. L’arrivo vede Morelli primo d’un soffio su Pelle e Scribano terzo. Da segnalare dopo l’arrivo la spettacolare scivolata di Morelli che per distrazione entra in contatto con Pelle e cadendo si infortuna una spalla.

PIT_TI17370.JPG

PIT BIKE XP 125 4T: TERMINATOR
In Gara-1 prende subito il comando Gabriele Camorcia inseguito da Matteo Tortosa e Nicolò Castellini. Giri veloci di Camorcia, mentre Tortosa lo segue e tiene il ritmo. Bella lotta per la quarta posizione con tre piloti: Caddeo, Bonanno e Paccagnella. Il terzetto da spettacolo, mentre il duo Camorcia-Tortosa si ricompatta regalando emozioni fino alla bandiera a scacchi che vedrà imporsi Camorcia su Tortosa e Castellini. In Gara-2 nuova partenza a razzo di Camorcia, davanti al suo compagno di team Tortosa e Castellini. I tre iniziano una bella lotta. A metà gara Tortosa sembra in grado di superare Camorcia e Castellini. Dietro di loro è sfida per la quarta posizione tra Caddeo, Bonanno e Paccagnella. Nell’arrivo in volata finale vince Camorcia con Tortosa a ruota e Castellini leggermente distanziato.