RED_70_OPEN_AG36214.JPG

PRIMA CON SORPRESE

> DOWNLOAD CLASSIFICHE <

Apertura di stagione per la Polini Italian Cup con diverse novità e record di oltre settanta partecipanti schierati da nuovi team e piloti provenienti da altri contesti agonistici in un mix di adrenalina che ha trovato un interessantissimo palcoscenico sulla rinnovata pista del “Sagittario” di Latina. Interessanti confronti in tutte le varie classi con il ritorno alla vittoria del pluricampione italiano Matteo Tiraferri, dominatore della Scooter 70 Evolution Open, mentre nella Amatori Super Sport che ha sostituito la Scooter 70 Evolution Monomarca Polini, si sono messi subito in luce volti nuovi che hanno reso ancora più interessante questa nuova classe. Record di partecipanti tra le Vespa 135cc., a conferma del crescente interesse in questa categoria dopo due sole stagioni di rodaggio.

_AG35043.JPG

SCOOTER 70 EVOLUTION OPEN: L’EX CAMPIONE RITORNA E SORPRENDONO I DEBUTTANTI

Gara-1 al via è caratterizzata dalla sorprendente pole position del debuttante Marco Moroni, alla sua prima gara in questa classe dopo la quarta posizione del 2014 nella Scooter 70 Evolution Monomarca. Dietro Moroni, secondo tempo per l’ex tricolore Matteo Tiraferri, terzo Stefano Scribano, quarto per il campione in carica Filippo Corsi e Nicolò Castellini quinto. Al comando scattano questi piloti. Al sesto giro la situazione vede primo Tiraferri, che dopo una bel confronto con Moroni, prende le redini precedendo Corsi, Scribano e Moroni. Scribano recupera; risale giro dopo giro fino a condurre le danze sul finale della prova. All’ultimo passaggio Scribano è però protagonista di una scivolata che spalanca la porta al successo di Tiraferri. Secondo è Moroni davanti a Corsi che perde secondi preziosi dalla caduta di Scribano. Quarto è Vignone, quinto Castellini. In Gara-2 Moroni scatta nuovamente al comando. Moroni resiste per diversi giri, ma poco dopo metà gara, Corsi passa all’attacco dando l’impressione di prendere saldamente il comando sul trio Tiraferri, Moroni, Scribano, racchiuso in un fazzoletto. All’ultimo giro nuovo colpo di scena; Corsi scivola e regala la prima posizione a Tiraferri vincitore davanti al sorprendente Moroni che ha la meglio su Scribano.

RED_AMATORI_AG35863.JPG

SCOOTER 70 AMATORI: CONFORTI L’UOMO NUOVO

E’ Davide Inversini a prendere il comando di Gara-1. Dietro di lui seguono Rocco Russo e Guido Conforti. Dopo un giro passa a condurre Russo seguito nell’ordine da Conforti, Novelli e Cionna. Russo e Conforti cercano di allungare sugli avversari, ma Novelli e Cionna riescono a recuperare formando un bel gruppetto in lotta per il podio insieme a Inversini e allo sloveno Mihael, quest’ultimo poi costretto al ritiro per una spettacolare caduta. Conforti nel finale si gioca tutte le proprie carte con l’obiettivo di battere Russo. Quest’ultimo alla fine riuscirà però a chiudere in seconda posizione. In gara 2 Russo parte davanti a tutti. Gli si accoda Marco Mihael deciso a riscattarsi dopo la caduta di Gara 1; purtroppo per lui arriva la penalità per partenza anticipata. In seconda posizione passa Conforti che con una bella progressione riesce a prendere il comando allungando su Inversini e Beghelli. Russo, malgrado qualche problema di set up, mantiene invece saldamente la quarta posizione. Alla fine vince Conforti precedendo Inversini e Beghelli.

RED_SUPERSPORT_AG35052.JPG

SCOOTER 70 AMA SUPER SPORT: INIZIO COL “BOTTI”

Davide Ziarelli è subito leader dal primo giro seguito a ruota da Ivan Calce e Daniel Penzo. Con Ziarelli saldamente al comando, alle sue spalle si scambiano i ruoli Gianluigi Botti e Daniel Penzo. Dopo un bel confronto Botti passa secondo davanti a Penzo. In Gara-2 sono Ivan Calce, Ziarelli e Botti a partire nell’ordine. Nel giro di pochi passaggi Alessandro Schiappa emerge dal gruppo di testa resistendo agli attacchi di Botti e Calce che arriveranno nell’ordine. Schiappa fa sua così Gara-2, ma la classifica assoluta vede prevalere Botti che grazie ai suoi due secondi posti sale sul gradino più alto del podio davanti a Ziarelli e Schiappa.

RED_BIG_OPEN_AG35567.JPG

SCOOTER 100 BIG EVOLUTION OPEN

Gara-1 subito ricca di confronti. Al via scatta davanti a tutti il campione in carica Stefano Scribano, inseguito da Nico Morelli e dal rientrante Adriano Sisti. Al secondo giro le posizioni vedono al comando Morelli davanti a Scribano e Sisti. La risposta di Scribano non tarda però ad arrivare con il pilota siciliano che si riporta al comando. Giro dopo giro le posizioni cambiano in un susseguirsi di sorpassi. Il meglio arriva però all’ultimo giro; Morelli, in seconda posizione, scivola all’uscita di una curva ed il posteriore del suo scooter va ad urtare il mezzo di Sisti. I due finiscono a terra ma ad avere la peggio è Sisti che concluderà solo sesto. La vittoria va a Scribano prima davanti a Morelli e Bartolini. In Gara-2 parte sempre al comando Scribano seguito da Morelli, Sisti e Bartolini. A dare lo spettacolo maggiore sono proprio Bartolini e Morelli. Al quinto giro Morelli passa a condurre davanti a Sisti e Scribano, quarto è Bartolini. All’ultimo giro, Sisti passa deciso al comando fino alla bandiera a scacchi con Scribano secondo e Bartolini terzo.

RED_VESPA_AG35526.JPG

TROFEO VESPA 125cc: LUMINA VINCE E CONVINCE

E’ Nazzareno Lumina a partire dalla dalla pole. Il pilota begamasco non delude le aspettative passando subito al comando davanti a Bigarella, mentre si mettono in evidenza Archer, Camera e Leaso. Ivan Camera ha un bel ritmo che lo porta ad attaccare Lumina; i due faranno tutta la prova in solitario mantenendo le posizioni invariate sino al termine in un arrivo al fotofinish che premia Camera per pochi millesimi. Terzo è Marco Leaso. In Gara-2, Lumina scatta nuovamente davanti a Piacentini che dalla seconda fila passa subito secondo. Alle spalle dei due seguono, Leaso e un brillante Ivan Camera. Piacentini attacca Lumina e prova a scappare via anche se viene inseguito da Camera che per qualche istante sembra anche in grado di vincere. Camera vanifica però tutto scivolando davanti a Lumina che lo eviterà d’un soffio. L’ufficiale del Team Polini recupera fino a passare Piacentini, mentre Leaso sarà terzo.

RED_PIT.JPG

PIT BIKE XP 125 4T: L’EREDE E’ CAMORCIA

Partenza fulminea in Gara-1 di Gabriele Camorcia che sorprende tutti, compreso Nicolò Castellini autore della pole, mentre terzo è Matteo Tortosa. E’ comunque lotta aperta tra Camorcia e Castellini con anche qualche rischio di caduta. Proprio all’uscita di una curva Castellini finisce sull’erba riuscendo comunque a recuperare i metri persi e a fare sua la seconda posizione dietro a Camorcia. Al via di Gara-2, Camorcia si riconferma il più veloce precedendo Castellini e Tortosa. Al secondo giro Castellini attacca Camorcia che gli risponde subito. I due lotteranno fino all’arrivo con Camorcia nuovamente primo in volata su Castellini.