red_70open_AG36781.JPG

HOT POWER

>>>CLASSIFICHE<<<

>>>VIDEO<<<

Diciamo la verità: non esiste un altro campionato scooter in Italia e in Europa aperto a tutti i preparatori, anche agli stessi concorrenti tecnico-commerciali della Polini, con piloti esperti e giovani desiderosi di mettersi in evidenza, gare spettacolari ed equilibrate condite di tanta passione ed entusiasmo fino all’ultimo, concorrenti in grado di giocarsi la vittoria con continui cambi di posizioni. Questa è la Polini Italian Cup, il campionato italiano scooter di riferimento organizzato dal Moto Club Bergamo. Anche la quarta prova della Polini Italian Cup 2016, andata in scena sulla pista di Pomposa nel secondo e “caldo” weekend di luglio, ha proposto gare spettacolari impreziosite da una nuova nutrita partecipazione di piloti stranieri e di un Super-Corsi. Proprio Corsi, è salito sul gradino più alto del podio della prestigiosa Scooter 70 Evolution Open al termine di un’entusiasmante confronto con il veloce compagno di squadra Matteo Tiraferri e il determinato Alessandro Blando. Ottimi i riscontri di piloti al via che hanno visto la Scooter 70 Evolution Amatori contare ben 30 partecipanti con vittoria dello sloveno Marko Mihael nuovamente davanti a tutti. Il finale di stagione si propone quindi molto interessante; prima a settembre sulla pista di Cecina (LI), a ottobre nell’ultimo round al Tazio Nuvolari di Cervesina (PV).

SCOOTER 70 EVOLUTION OPEN: CORSI SHOW IS BACK

 In Gara-1 l’olandese Sarik Roufs è il più veloce, ma cade rovinosamente nel corso del primo giro aprendo la strada a Tiraferri, Blando incalzato da Corsi e Penzo. Daniel Penzo è molto veloce, ma sbaglia e lascia presto pista libera a Tiraferri seguito da Corsi e Blando. Alle spalle dei tre di testa si assiste a una bella lotta tra Castellini e il rimontante Penzo. Tiraferri accumula un vantaggio tale da ottenere una facile vittoria precedendo Corsi e Blando. Gara-2 vede scattare Blando davanti a Tiraferri e Sarik Roufs, quest’ultimo desideroso di rifarsi dopo la caduta di Gara-1. Nelle fasi iniziali Tiraferri e Penzo perdono però terrero con il gruppo di testa. Al comando passa Roufs, inseguito da Blando, Castellini e Corsi in rimonta. Proprio Corsi, dopo aver capito di avere la possibilità di ottenere la vittoria assoluta di giornata, attacca il compagno Castellini e il rivale Blando portandosi rapidamente in seconda posizione. Corsi aumenta ancora il proprio ritmo attaccando anche Roufs. Una volta passato al comando, va a vincere.

RED_AMA_A4N7565.JPG

SCOOTER 70 AMATORI: DALLA SLOVENIA CON FURORE
Splendido doppio successo per lo sloveno Marko Mihael che in Gara-1 parte subito al comando dalla prima fila trascinandosi dietro Nicolò Cionna e David Manfrin. Molto veloce anche Cimatti, al via con il terzo tempo delle qualifiche. Cimatti rimonta sino alla seconda posizione recuperando metri a Mihael, ma al quinto giro scivola aprendo la strada a Cionna e Manfrin che termineranno rispettivamente secondo e terzo dietro Mihael. In Gara-2 Mihael ribadisce la sua superiorità davanti a Manfrin e Cionna. Manfrin, nel tentativo di attaccare, però sbaglia ed è costretto al ritiro. Il gruppo di testa è guidato da Mihael ormai solitario e Cionna. Dietro è duello tra Mazzini e Cimatti; i due arrivano però al contatto con conseguente caduta. Gara-2 si termina con la vittoria di Mihael davanti a Cionna e Mantovani.

RED_VESPA_4T_AG36529.JPG

VESPA POLINI 171 4T: TRIS D’ASSI
Gara-1 vede scattare il trenino della prima fila composto da Alessandro Fabbri, Matteo Tortosa e Marco Caddeo. I tre prendono il largo sul gruppo con Fabbri che sbaglia e apre la strada a Tortosa e Calce. Fabbri riuscirà comunque a finire terzo riproponendo l’equilibrio di questa classe tra lui, Tortosa e Calce. In Gara-2 Fabbri tenta di distanziare Tortosa e Caddeo. Calce s’inserisce ben presto in terza posizione dietro Fabbri e Tortosa, passato nel frattempo al comando. Dopo una serie di giri veloci con staccate al limite vince Tortosa davanti a Fabbri e Calce.

RED_SUPERSPORT_A4N8384.JPG

SCOOTER 70 AMATORI SUPER SPORT: BOTTI, VITTORIA SUDATA
In Gara-1 parte bene il pole man Mathieu Bessard, davanti a Botti e Lazzoni. Nelle fasi iniziali Lazzoni, che aveva preso il comando scivola lasciando via libera alla sfida tra Botti, Bessard e Calonaci, protagonisti di un continuo scambio di posizioni che rendono ancora più spettacolare la gara. All’arrivo sarà Botti ad avere la meglio su Calonaci e Bessard. Bessard in Gara-2 prende il comando inseguito da Lazzoni e Maione. Il terzetto prova a forzare il ritmo con Maione che attacca Bessard e si porta al comando. Lazzoni vanifica tutto cadendo e finendo nelle retrovie. La bandiera a scacchi sancisce la vittoria di Maione davanti a Bessard e Botti.

RED_100BIG_A4N8740.JPG

SCOOTER 100 BIG EVOLUTION OPEN: MORELLI IN FUGA SOLITARIA
E’ Nico Morelli il più veloce al via di Gara-1 davanti a Bartolini e Righetti. I tre provano a fuggire mentre Righetti nel tentativo di entrare nella lotta per il primato complice un sorpasso azzardato tocca la ruota posteriore di Bartolini retrocedendo in ultima posizione. Si fa sotto anche Julien Vitali che va a occupare la terza posizione dietro Morelli e Bartolini. Vitali e Bartolini sono però costretti al ritiro decretando la vittoria di Morelli su Righetti e Alex Rota. Morelli in Gara-2 prende subito il comando cercando di imporre il proprio ritmo inseguito da Bartolini e Righetti. Bartolini sembra in grado di portarsi al comando ma è nuovamente costretto al ritiro. La gara resta saldamente nelle mani di Morelli seguito da Righetti. Vitali all’ultimo giro sferra l’attacco decisivo riuscendo a fare sua la seconda posizione dietro Morelli con Righetti terzo.

RED_VESPA_2T_A4N8310.JPG

TROFEO VESPA 135cc: CAMBIO DI ROTTA
In Gara-1 scatta al comando Birtele seguito da Camera e Leaso. Benini resta leggermente attardato, ma in poche tornate recupera portandosi in seconda posizione davanti a Camera, mentre Birtele tenta la fuga. A metà gara Camera rischia la caduta in un contatto con Mammi. I due riescono comunque a rimanere in sella. Birtele commette un errore aprendo la strada a Filippo Benini che concluderà primo davanti a Lumina e Camera. Gara-2 vede scattare nuovamente bene Birtele che prova subito a forzare il ritmo. Benini è secondo e Leaso terzo. Quest’ultimo perde però terreno aprendo la porta a Nazzareno Lumina in rimonta dalla terza fila. La frazione prosegue con l’attacco di Benini su Birtele e il successivo allungo, mentre Camera attacca Lumina. I tre terminano nell’ordine: Benini, Birtele, Camera, Lumina quarto, Mammi quinto.