red_70open_TIN5439.jpg

Il SORPASSO

>CLASSIFICHE<

>VIDEO<

I record sono fatti per essere battuti, ma quelli realizzati da Filippo Corsi, Marco Moroni, Stefano Scribano, Nazzareno Lumina o Matteo Piacentini, domenica 6 luglio sulla pista di Viterbo, hanno molte probabilità di aver dato anche una svolta alla Polini Italian Cup 2014. Corsi, vincendo le due Gare della Scooter 70 Evolution Open, ha ottenuto anche la leadership in campionato compiendo il sorpasso in classifica sul proprio compagno di squadra Matteo Tiraferri nella lotta per Titolo Tricolore Scooter più prestigioso. Moroni, ha rimescolato le carte della Scooter 70 Monomarca, Scribano e Piacentini hanno aggiunto punti preziosi rispettivamente nella Scooter 100 Big e Vespa 135 Classic. Lumina, invece, ha debuttato con una netta vittoria con la Vespa “100% kittata” Polini. 



SCOOTER 70 EVOLUTION OPEN: CORSI IN RIMONTA
Partendo dalla pole position, Filippo Corsi prende subito il comando in gara-1 seguito da Tiraferri e da un grintosissimo Nico Morelli, che accuserà però dei problemi che lo faranno scivolare nelle retrovie. Se Corsi e Tiraferri sviluppano un personalissimo duello, alle loro spalle si mettono in evidenza Luca Zani e Carlo Gurrieri; quest’ultimo in un piccolo contatto con Zani perde però posizioni importanti. In testa al gruppo Tiraferri e Corsi viaggiano sempre a spalla a spalla con grandi staccate a ogni curva. Alle loro spalle si mette in luce anche Domenico Passanisi, confermando così la propria crescita a ogni appuntamento della Polini Italian Cup. L’ultimo giro regala un brivido in staccata; Tiraferri tocca il posteriore di Corsi che guadagna così qualche metro utile da conservare la prima posizione fino all’arrivo. Terzo termina Passanisi e quarto Castellini, autore di una bella rimonta. In gara-2 è sempre Corsi ad assumere il comando impostando la prima curva davanti al compagno Tiraferri. I due ufficiali del Team Polini Scooter duellano con continui cambi di posizioni sino al quinto giro quando Tiraferri va oltre il limite e sbaglia, scivolando nella curva che precede il rettilineo di partenza. Il “Tira” perde così la seconda posizione in favore del compagno di squadra Nicolò Castellini che all’arrivo precede Zani.

red_70mono_TIN4605.jpg

SCOOTER 70 EVOLUTION MONOMARCA: MORONI FA TRIS
Il Monomarca per gli scooter interamente “kittati” Polini che gareggiano insieme alla “Open”, ha visto Marco Moroni ottenere la sua terza vittoria consecutiva in questa classe. Gara-1 vede scattare Moroni molto bene dalla seconda fila anche se con il miglior tempo della “Mono”. Per oltre metà frazione, Moroni lotta anche per la terza posizione assoluta, scegliendo saggiamente nel finale di amministrare la prima posizione della propria classe davanti agli ottimi Alessio Tarabella e Filippo Tognarelli. In Gara2 la pattuglia “Mono” ripete quanto di buono dimostrato nella frazione iniziale. Moroni è nuovamente leader indiscusso e vince la classe terminando con anche la quarta piazza assoluta. Incerto invece fino all’ultimo l’esito tra Tognarelli e Tarabella per il secondo gradino del podio. All’arrivo sarà Tognarelli ad avere la meglio in volata su Tarabella.

red_vespa_TIN4822.jpg

TROFEO VESPA 125cc. CLASSIC: LA SPUNTA PIACENTINI
In Gara1 partenza a razzo, ma, purtroppo, in anticipo Mauro Bigarella, che cede il passo al velocissimo debuttante Nazzareno Lumina. Lumina, fin dalle battute iniziali, impone il proprio ritmo sul resto del gruppo guidato da Matteo Piacentini, Bigarella e Leaso. Marco Leaso amministra la quarta posizione che, in seguito, diventerà terza per la penalizzazione dovuta alla partenza anticipata di Bigarella. Lumina mette in mostra un passo davvero imprendibile allungando anche su Piacentini e Leaso. In gara-2 è Piacentini a sfruttare al meglio la partenza assicurandosi il comando sul sorprendente Lumina che per tutto l’arco della gara cercherà di attaccare il campione in carica. Nuova ottima prova per Bigarella nella lotta per il podio insieme a Mammi. Lumina all’ultimo giro tenta in tutti i modi di superare Piacentini, ma il pilota veneto non si fa sorprendere vincendo la frazione e l’assoluta di giornata.

red_ama_TIN5037.jpg

SCOOTER 70 EVOLUTION AMATORI: RIMONTE D’AUTORE
Gara-1 vede Gabriele Beghelli partire dalla pole position seguito a ruota da Roberto Pagliaccia ed Elia Angeli che è ancora leader di campionato. Angeli, a causa di un’errata messa a punto, subisce alcuni sorpassi, tra cui quello del suo diretto rivale in campionato, in altre parole, Modena. Quest’ultimo, dopo una partenza non brillante, recupera fino alla terza posizione dietro a Pagliaccia, che sul finale attacca e supera Beghelli. In gara-2, Pagliaccia parte male. Ne approfitta Beghelli, che prende il comando, e Angeli che è secondo. Modena inizia intanto a guadagnare terreno sul gruppo di testa, annullando il divario. Nella concitazione della gara, Pagliaccia scivola e retrocede in nona posizione. Passano i giri e Modena attacca Angeli e Beghelli andando a vincere davanti ai due. Ottima quarta posizione per Riccardo Frigè e recupero fino al quinto posto per Pagliaccia.

red_100big_TIN5722.jpg

SCOOTER 100 BIG EVOLUTION OPEN:
Monologo in gara-1 per Matteo Tiraferri che dopo la pole s’impone alla grande. Nico Morelli è in grande forma, ma non riesce a reggere il ritmo e finirà secondo. Dietro di lui finiscono nell’ordine Stefano Scribano, Julien Vitali e il compagno di team Adriano Sisti. Gara-2 è orfana di Matteo Tiraferri dolorante per la caduta nella 70 Evolution Open. A partire bene è nuovamente Nico Morelli, che dopo aver tentato di prendere le distanze da Stefano Scribano, deve cedere al pilota siciliano del team Cristofolini. Alle spalle dei due di testa non si risparmiano i colpi di scena: Alex Rota è protagonista di una bella rimonta, Antonio Righetti si ritira, giornata no per Julien Vitali che esagera in uscita di curva nel tentativo di resistere a Sisti, perde la posizione. La prova si conclude con la vittoria di Scribano davanti a Morelli e Rota. Il podio di giornata vede Scribano primo su Morelli e Tiraferi.

red_pit_TIN5366.jpg

PIT BIKE XP 125 4T: CAMORCIA VINCE, CUTTITTA NON PERDE PUNTI
Gara-1 parte male dalla prima fila la wild-card, Armando Pontone, costretto a rincorrere Gianluca Cuttitta, Gabriele Camorcia, Lorenzo Pirrè e Alessandro Fabbri. La gara vive tutti gli otto giri con continui cambi di posizione e sorpassi al limite. Camorcia sembra avere la possibilità di fuggire, ma Cuttitta trova il guizzo tattico decisivo assumendo il comando all’ultimo giro fino all’arrivo. Gara-2 vede i due piloti del Team Vale Racing, Camorcia e Cuttitta, prendere subito il comando davanti a Pirrè e Pontone. Al terzo giro colpo di scena; Pontone ha un leggero contatto con Pirrè esce di pista. Pontone trova il ritmo necessario per superare nel finale Cuttitta, mentre Camorcia taglia per primo il traguardo, assicurandosi anche la vittoria assoluta di giornata.

1404731881000.jpg

ITALIAN CUP NEWS
PICCOLI CAMPIONI CRESCONO

L’impegno della Polini con le gare in pista riservate alle minimoto continua grazie anche alla collaborazione di Roberto Basso nel rispetto della tradizione che ormai dall’inizio degli anni “novanta” ha visto alcuni tra i più famosi piloti della MotoGP iniziare la propria attività agonistica proprio in sella alle minibike Polini. Tra i recenti più importanti successi ottenuti dai giovanissimi piloti in sella alle minimoto Polini, vanno segnalati quelli ottenuti dal piccolo Daniel Angeli con il team R.B. Racing. Angeli, infatti, dopo essersi imposto alla grande nella seconda del Campionato Italiano Minimoto disputata sulla pista di Casaluce nella quale ha ottenuto la pole position e il giro più veloce in gara, ha dominato il recente terzo appuntamento del tricolore del terzo appuntamento tricolore di Jesolo. Angeli, sulla pista veneta, ha nuovamente dominato la classe S.A.V. ottenendo anche sia la pole position e battendo il record della pista, confermando la propria leadership in campionato con un vantaggio di 13 punti sul secondo in classifica alla vigilia del prossimo appuntamento in programma sull’impianto di Pomposa (FE).