IC_05_2012_01.jpg

PREDESTINATI!

VIDEO COMPLETI
VIDEO HIGHLIGHTS
GUARDA LE CLASSIFICHE
GUARDA LE FOTO

Emozionanti e ricche di sfide, colpi di scena, duelli e vittorie, le gare del quinto appuntamento della Polini Italian Cup disputate sui 1300 mt. della pista di Viterbo; un impianto caratterizzato da 10 curve a destra, 6 a sinistra e due rettilinei di 170 mt. Due i grandi protagonisti; Matteo Tireferri e Stefano Scribano due volte primi nella Scooter 70 Evolution Open e Monomarca. Dodici gare tutte appassionanti, sia per le quattro classi scooter, come pure per le due Pit Bike. Ancora tanto apprezzamento unanime dei piloti, dai più esperti ai neofiti, verso scooter agili, divertenti, sicuri e sempre più performanti sulle piste.

SCOOTER 70 EVOLUTION OPEN

Matteo Tiraferri è riuscito a correre come lui sa fare e mettere insieme un gruzzolo sufficiente per laurearsi ancora una volta campione in anticipo sulla chiusura del Trofeo. Se si osservano le classifiche, le due manche dominate da Tiraferri sembrano una la fotocopia dell’altra, con sei piloti sempre classificati nella medesima posizione: con Filippo Corsi secondo, seguito da Simone Bartolini, Rocco Ripepi, Mauro Montagna e Simone Massaroni. In realtà in comune le due gare hanno avuto solo la cavalcata solitaria del campione di sempre, che è tornato a essere il “Cannibale” delle stagioni passate. Per il resto i due quarti posti non danno un’esatta dimensione dell’impegno espresso in gara da Rocco Ripepi, protagonista delle prime fasi, ma poi costretto a cedere il passo, anche se di stretta misura. Ancora una volta è poi da segnalare la generosa prova di Filippo Corsi che dopo essere scivolato nelle batture iniziali di gara 1 si è reso protagonista di una spettacolare rimonta fino alla seconda posizione. Corsi è risultato molto efficace anche in Gara 2, come dimostra il giro veloce di 1’00”947. Tutto ciò non è però bastato per contrastare il compagno di squadra Tiraferri che, a distanza di sicurezza, ha risposto agli attacchi con pochi millesimi di scarto. Meritatissimo terzo gradino del podio di giornata per Simone Bartolini che è ritornato tra i grandi protagonisti di questa classe chiudendo le due gare sempre in terza posizione al termine di un serratissimo confronto con Rocco Ripepi.

IC_05_2012_02.jpg

SCOOTER 94 
BIG EVOLUTION OPEN

La sfortuna che si sta accanendo su Julien Vitali, ancora una volta costretto a fare i conti con un banalissimo problema tecnico alla pipetta della candela, ha invece rivitalizzato la corsa al titolo nella Scooter 94 Big Evolution Open. Il più in forma sembrava essere Antonio Righetti, autore della pole position, ma le due gare hanno dato un responso differente. Gara 1 è stata movimentata dalla rimonta di Vitali, risalito progressivamente dalla quarta alla prima posizione, e capace di regolare in volata Righetti e Federico Ciacci, tutti separati da una manciata di centesimi. Nella seconda frazione, la lotta di Vitali si è interrotta al termine del primo giro col motore che ha iniziato ad andare a corrente alternata, quando aveva già ingaggiato un corpo a corpo con i rivali di sempre. Vitali ha comunque continuato la prova concludendo al nono posto ed incamerando punti pesanti per restare in corsa per il titolo. Righetti, Ciacci e Adriano Sisti sembravano destinati a giocarsi la vittoria, ma dalle retrovie è risalito Nico Morelli, che si è piazzato in testa a partire dal quinto giro, e da lì non si è più mosso. Ora la classifica è molto fluida, con Morelli e Vitali separati in campionato da soli quattro punti, e con Ciacci che insegue da vicino, staccato di 13 punti.

IC_05_2012_05.jpg

IC_05_2012_03.jpg

SCOOTER 70 EVOLUTION MONOMARCA

Questa classe continua a vivere sul duello ravvicinato tra Stefano Scribano e Carlo Luigi Gurrieri, che in questa prova sono stati separati sulla griglia di partenza da Giorgio Cannone, autore del secondo miglior tempo. Scribano aveva dichiarato di voler riempire il divario nei confronti di Gurrieri, ed è stato di parola. In sella all’unico Yamaha Jog, per l’occasione decorato con una livrea del tutto nuova, ha vinto entrambe le manche e si trova ora con due punti di vantaggio sul rivale diretto. Un risultato raggiunto con la complicità dello stesso Gurrieri, che in Gara 1 è scivolato al termine del primo giro, ed ha dovuto così accontentarsi degli 8 punti che spettano all’ottavo classificato. L’ultimo round del 9 settembre a Castelletto di Branduzzo sarà quindi determinante per scoprire chi tra i due avrà la meglio.

IC_05_2012_04.jpg

SCOOTER 70 EVOLUTION AMATORI

La sfida per il titolo sembra ancora aperta, nonostante la vittoria di Cesare Del Bonifro in gara 1. Il giovane pilota abruzzese, che nelle fasi iniziali del campionato era determinatissimo, è stato poi autore di qualche errore di troppo. Tra questi deve essere inserito, qui a Viterbo, la scivolata in avvio di Gara 2 che non gli ha comunque impedito di portare a casa i punti spettanti al sesto classificato anche se ora il suo margine su Emiliano Stevanoni si è ridotto di altri 5 punti. Da parte sua, Stevanoni è salito sul gradino più alto del podio di giornata chiudendo due volte secondo e riducendo a 23 punti il proprio distacco da Del Bonifro in campionato. La seconda vittoria di giornata è invece andata ad Alessandro Fogliani, attualmente quarto nella classifica provvisoria.

IC_05_2012_06.jpg

PIT BIKE MINIMOTARD XP 125 4T E 150 4T-65 2T

Gianluca Cuttitta, Gabriele Camorcia e Maurizio Verdelli sono stati i protagonisti delle qualifiche e delle gare, concluse rigorosamente nell’ordine. Le corse sono risultate più movimentate rispetto ad altre, con avvincenti arrivi in volata a definire le posizioni che contano. Ma la corsa per il titolo di campione della categoria è ormai ristretta ai soli Cuttitta e Camorcia, con il primo che può contare su un rassicurante bottino di 33 punti. Devis Catellani è stato il protagonista indiscusso tra le XP 150 4T-XP 65 2T. L’invidiabile striscia positiva, che vede solo piazzamenti da 25 punti dalla prima all’ultima gara, non lascia dubbi sul fatto che il campione sia lui. Alle sue spalle si è piazzato ancora una volta Federico Tiberi (l’unico ad avere scelto la Minimotard 2T), che anche in campionato è secondo con un buon margine sugli inseguitori Roberto Ferretti e Roberto Bonomelli.

IC_05_2012_07.jpg

Classifiche in campionato

SCOOTER 70 EVOLUTION OPEN
1. Tiraferri 235; 2. Corsi 183; 3. Bartolini 132; 4. Montagna 127; 5. Ripepi 119; 6. Gabellini 106; 7. Massaroni 82; 8. Ciotti 38; 9. Mazzola 18; 10. Sambucci 16; 11. Nardi 13; 12. Scribano 13; 13. Madonna 11; 14. Bettucci 9.

SCOOTER 94 BIG EVOLUTION
1. Morelli 176; 2. Vitali 172; 3. Ciacci 163; 4. Righetti 149; 5. Rota 107; 6. De Carolis 93; 7. Sisti 87; 8. Fabbri 75; 9. Pelle 64; 10. Scribano 41; 11. Longo 28; 12. Vallerani 27; 13. Mammi 24; 14. Zavoli 23; 15. Fonti 18; 16. Zanetti 9; 17. Crisali 6.

SCOOTER 70 EVOLUTION MONOMARCA
1. Scribano 203; 2. Gurrieri 201; 3. Ziarelli 156; 4. Fontana 121; 5. Cannone 112; 6. Carinci 93; 7. Mancuso 61; 8. Tognarelli 47; 9. Zaccaria 43; 10. Fabri 21; 11. Serventi 18; 12. Lucente Pipitone 18; 13. Di Mauro 10; 14. Parodi 9; 15. Fiorellino 0; 16. Ocello 0.

SCOOTER 70 EVOLUTION AMATORI
1. Del Bonifro 184; 2. Stevanoni 161; 3. Picciallo 129; 4. Fogliani 107; 5. Prischi 106; 6. Giacometti 88; 7. Angeli 81; 8. Di Fonzo 68; 9. Erasmi 51; 10. Lazzoni 50; 11. Mammarella 49; 12. Mihael Martin 46; 13. Ceriotti 38; 14. Nava 31; 15. Fregoni 27; 16. Ruben 16; 17. Marchesi 16; 18. Buna 15; 19. Fiorellino 15; 20. Ciani 15; 21. Barbierato 14; 22. Ariano 12; 23. Cendou 12; 24. Fabrizi 11; 25. Corsaro 9; 26. Tancredi 9; 27. Altiero 8; 28. Persichilli 7; 29. Cognetto 0; 29. Mihael Marko 0; 31. Occello 0.

PIT BIKE XP 125 4T
1. Cuttitta 226; 2. Camorcia 193; 3. Verdelli 156; 4. Lauro 99; 5. Zanetti 88; 6. Zaccaria 67; 7. Cusinato 46; 8. Ciotti 41; 9. Fabbri 35; 10. Carminati 31; 11. Fusco 24; 12. Ceriotti 18; 13. Marchesi 17; 14. Vinchiaturo 17; 15. Buna 9.

PIT BIKE XP 150 4T-XP 65 2T

1. Catellani 200; 2. Tiberi 128; 3. Ferretti 97; 4. Bonomelli 93; 5. Fontana 91; 6. Gianfreda 85; 7. Rossi 50; 8. Crespi 20; 99. Lorenzi 17; 10. Ammirata 13; 11. Violante 9; 12. Ferreri 0.