2gara_pit_2011.jpg

GUARDA TUTTE LE IMMAGINI DELLE GARE

Negli anni passati le piccole Pit Bike minimotard delle serie XP, divise in due raggruppamenti, avevano dimostrato di essere perfette “macchine da guerra” capaci di accendere l’agonismo nei piloti di ogni età, e di assicurare un notevole spettacolo per il pubblico. La prima prova dell’edizione 2011 ha confermato la vivacità di questa formula, con due gare per categoria che si sono decise soltanto nelle fasi finali, dopo continui ribaltamenti di fronte e una serie infinita di staccate al limite.

TROFEO PIT BIKE XP 110 4T-XP 125 STREET

Per la verità i colpi di scena sono proseguiti anche oltre la bandiera a scacchi, almeno in questo Trofeo, dove il pilota che era risultato il mattatore è stato escluso da entrambe le manche per irregolarità tecniche rilevate in fasi di verifica. Le due vittorie ottenute in volata da Carmine Napodano si sono pertanto trasformate in uno “zero”, che ha avvantaggiato gli avversari e contribuito ad accorciare la classifica. Vincitori di giornata sono quindi risultati Davide Mantovi in Gara 1, e Bruno Rudy Moreschi nella seconda gara. Il primo di questi ha dimostrato di disporre della grinta necessaria per puntare in alto, ma in Gara 2 ha pagato un problema tecnico che lo ha fermato al terzo giro e, una volta risolto, è stato costretto a inseguire il gruppo ormai lontano. Sui 1.300 metri del tracciato di Viterbo, hanno dimostrato di essere a proprio agio Cristian Rossi, autore di una volata decisa sul filo dei centesimi in Gara 1, e Gianluca Giambrone.

1gara_pit_2011.jpg

TROFEO PIT BIKE XP 150 4T-XP 65 2T
In questo Trofeo che riunisce le XP 4T 150 4T e le XP 2T 65 2T, si sono rivisti nelle posizioni che contano alcuni tra gli specialisti più forti degli ultimi anni, che ne hanno approfittato per ipotecare da subito le posizioni che contano. Devis Catellani e Guido Fulgoni comandano così la classifica dopo due manche, seguiti da vicino da Andrea Monticelli. I tre hanno dimostrato di disporre di guida efficace e di regolarità, in particolare Catellani, che ha collezionato un primo e un secondo posto. Una posizione di rilievo sarebbe toccata anche a Michele Cannistraro, autore di una prima manche al comando dal primo all’ultimo giro, ma più in difficoltà in Gara 2. Dopo essere stato vittima di qualche noia sullo schieramento di partenza, risolto all’ultimo secondo, è partito in testa, ma ha poi perso progressivamente terreno fino a essere costretto ad abbandonare la competizione a soli tre giri dalla fine.

CLASSIFICHE

TROFEO PIT BIKE XP110 4T - XP125 STREET
GARA 1

1. Mantovi; 2. Rossi; 3. Moreschi; 4. Corneti; 5. Cuttitta; 6. Camorcia; 7. Linfozzi; 8. Giambrone; 9. Di Donato; 10. Canni Ferrari; 11. Lorenzi; 12. Ferretti; 13. Braga; 14. Feroldi.
GARA 2
1. Moreschi; 2. Giambrone; 3. Camorcia; 4. Corneti; 5. Di Donato; 6. Ferretti; 7. Linfozzi; 8. Rossi; 9. Cuttitta; 10. Canni Ferrari; 11. Lorenzi; 12. Braga; 13. Mantovi; 14. Feroldi.
IN CAMPIONATO
 1. Mantovi 50; 2. Moreschi 41; 3. Giabrone 28; 4. Rossi 28; 5. Corneti 26; 6. Camorcia 26; 7. Di Donato 18; 8. Linfozzi 18; 9. Cuttitta 18; 10. Ferretti 14; 11. Canni Ferrari 12; 12. Lorenzi 10; 13. Braga 7; 14. Ferodi 4; 15. Parola 0; 16. Napodano 0.

TROFEO PIT BIKE XP150 4T - XP65 2T
GARA 1

1. Cannistraro; 2. Catellani; 3. Monticelli; 4. Fulgoni; 5. Ferreri; 6. Ammirata; 7. Iellamo; 8. Bonomelli; 9. Tedeschi; 10. Gianfreda; 11. Corneti; 12. Spiga; 13. Crespi Perellino; 14. Poggi; 15. Stermieri.
GARA 2
1. Catellani; 2. Fulgoni; 3. Ferreri; 4. Monticelli; 5. Tedeschi; 6. Ammirata; 7. Iellamo; 8. Bonomelli; 9. Corneti; 10. Poggi; 11. Spiga; 12. Paccagnella; 13. Gianfreda; 14. Crespi Perellino.
IN CAMPIONATO
1. Catellani 45; 2. Fulgoni 33; 3. Monticelli 29; 4. Ferreri 27; 5.