castelletto_2011_1.jpg

ROMBI DI TUONO

Secondo appuntamento stagionale per la Polini Italian Cup 2011 domenica 17 aprile sulla pista di Castelletto di Branduzzo dove saranno presenti anche i Team Polini Spagna e della Repubblica Ceca.

Chi si aspettava un campionato ricco di novità e spettacolo non è rimasto deluso dopo la prova d’apertura di Viterbo. I cinque Trofei Scooter e i due riservati alle Pit Bike, hanno infatti proposto un campionario di gare combattute, belle, intriganti. Nella Scooter 70 Evolution Open c’è parecchia attesa alla luce dei risultati che hanno visto questa classe vivacizzata da Matteo Tiraferri e Filippo Corsi e dal sempre più convincente Simone Bartolini, quest’ultimo in grado di mettere in difficoltà persino Tiraferri con staccate da brividi sulla pista di Viterbo. Da seguire anche la 94 Big Evolution Open dopo il gradino più alto del podio conquistato a Viterbo da Yulien Vitali, in quanto la pista di Castelletto vedrà questi scooter super preparati in grado di toccare nel tratto di rettilineo, velocità massime anche di oltre 160 km/h. In questo Trofeo la classifica vede al comando Giuseppe Longo seguito da Vitali, Emanuele Del Sorbo e Adriano Sisti. Nella 70 Evolution Monomarca occhi puntati sul terzetto Alessandro Garzaro, Angelo Fontana, Paolo Nardo che guidano nell’ordine la classifica di questo tricolore. Grande attesa anche per il secondo round della 70 Evolution Amatori Open dove si sfideranno nuovamente i tanti debuttanti in gara in questo Trofeo tutti più che mai motivati dalla grande passione per le corse in pista. Nei due Trofei riservati alle Pit Bike Davide Mantovi e Devis Catellani ripartono dalla leadership.

castelletto_2011_2.jpg

TROFEO NAZIONALE MAXI SCOOTER
Davvero tanta l’attesa per il primo appuntamento del Trofeo Nazionale Maxi Scooter che riparte dal confronto tra Gianluca Rapicavoli, campione in carica 2009/2010 e lo sfidante Marvin Mendogho. Uno spettacolo nello spettacolo, dopo le bellissime sfide tra i due piloti dei team La Greca e Nonno Sport nella scorsa stagione e l’exploit di Rapicavoli nella gara d’apertura di Vallelunga nella quale ha toccato la spettacolare velocità record in rettilineo di ben 214 Km/h. La gara di Castelletto, dunque, assume un sapore tutto particolare nel confronto tra questi due piloti per il primato della classifica Superbike, come pure di tutti gli altri partecipanti delle classi Supersport, Stock e Superstock.